I Critici rispondono…

Un mese fa si  svolto il primo incontro tra la compagnia ed i ragazzi che si sono offerti a farci da critica.
Oggi vogliamo approfondire la questione ponendo loro alcune domande.

Ciao ragazzi! Prima le presentazioni, il vostro nome, la vostra eta’
G) Giammarco Renè Casanova, 19 anni
M) Sono Macha Martini e ho 19 anni.
S) Sara Polverino, 20 anni.

Avete mai fatto teatro o vi siete mai avvicinati a questo mondo? Come?

G) I miei genitori hanno lavorato per anni nel teatro e nel cinema come scenografi e scenotecnica, pertanto fin da piccolo sono stato a stretto contatto con questo mondo. 

Nello specifico, mi sono avvicinato al teatro attraverso la letteratura classica e successivamente ho approfondito questo interesse specializzandomi nella scrittura di sceneggiature teatrali sia di stampo tradizionale che di tipo avanguardistico-sperimentale.

M) Sì, faccio teatro e fin da piccola ho assistito a spettacoli teatrali. Durante il liceo ho avuto anche la possibilità di assistere a spettacoli in teatri come l’Eliseo e l’Argentina con attori di calibro, come Umberto Orsini, Giuliana Lojodice e Massimo Popolizio.

S) Circa otto anni fa ho frequentato, grazie ai consigli di una mia professoressa, un laboratorio teatrale a scuola.

Cosa pensate delle compagnie amatoriali? E di questa in particolare?

G) Attraverso la finzione teatrale si può sfuggire, per un breve istante, al pressante ritmo della vita frenetica moderna e aprire una porta verso storie parallele ed emozioni, anche le più proibite : in teatro si può essere dei serial killer come dei reali medievali senza dover nulla a nessuno.
Notevole  il grande afflusso di nuove forze e il continuo ricambio che ha portato alla formazione di molteplici e poliedriche compagnie amatoriali e non.

Il punto di forza delle compagnie amatoriali  proprio la dimensione non professionale, che comporta un clima pi rilassato, adatto a quello che per molti rimane un hobby e non un vero e proprio lavoro.

La compagnia “Luce Nella Tenebra” si distingue anche per questo, composta perlopiù da giovani attori alla loro prima esperienza (credo), che mira ad offrire contenuti originali e, al contempo, di qualità.

M) Credo che le compagnie amatoriali siano fondamentali per un maggior sviluppo del teatro. Permettono, per esempio, a giovani attrici/attori, giovani registe/i (etc..) di potersi cimentare in quello che rappresenta un loro sogno o una loro passione.

S) Credo siano molto importanti perché permettono alle persone di esprimere la loro passione per questa forma d’arte, ed al tempo stesso essere portatori di cultura per gli altri.
Questa compagnia in particolare, a mio parere, ha dimostrato di essere molto affiatata e competente. 

Quando avete sentito parlare del progetto “Prove con Critico” cosa avete pensato?

G) Finalmente una interessante iniziativa volta a favorire la diffusione di una cultura teatrale attraverso una esperienza eterogenea sia nel “dietro le quinte”che, poi, alla prima dello spettacolo.

M) Che sarebbe stata una bellissima esperienza partecipare come critico/spettatore a delle prove teatrali di una compagnia amatoriale, soprattutto visto che lo spettacolo è tratto da “Psycho”, un film che adoro.

S) Un’ idea bella e originale. Da apprezzare molto il fatto che la compagnia si sia messa alla prova facendo vedere parte del lavoro messo su fino a quel punto, chiedendo pareri a persone esterne per poter migliorare al fine di uno spettacolo che, ne sono sicura, ci stupirà.

Cosa vi ha spinto a partecipare?

G)
M) La voglia sia di sperimentarsi, sia di vedere come lavorano le compagnie teatrali.
S) La curiosità di vedere il lavoro e l’impegno che si cela dietro uno spettacolo teatrale.

Com’è stata la vostra prima esperienza da critico?

G) Sicuramente  stato molto interessante osservare uno spettacolo teatrale in formazione, analizzando la continua dialettica che viene ad essere durante le prove, i continui cambiamenti e le modifiche al copione e al modo di recitare degli attori, l’attenzione sui gesti, sul body language, gli sguardi; il tutto facilitato da un’ atmosfera più tranquilla e meno concitata rispetto al momento della messa in scena.

Osservare la trama svilupparsi davanti agli occhi nella sua naturalezza, scevra dagli orpelli della scenografia, mi ha consentito di riflettere maggiormente sul testo stesso e sul lavoro dell’attore come tramite dell’azione, per un breve lasso di tempo demiurgo del palcoscenico.

M) Molto ansiogena, non credo di aver detto nulla di significativo, purtroppo.

S) Interessante, anche se sono consapevole di non aver detto nulla di costruttivo. In ogni caso mi sono divertita!

La compagnia  stata adeguatamente cordiale nei vostri confronti?

G) Si, molto.
M) Sì, molto.
S) Moltissimo.

Il luogo dove si sono svolte le prove  stato di vostro gradimento?

G) Si, molto.
M) Sì.
S) Sì.

Avete delle critiche inerenti all’organizzazione delle serate? Vorreste modificare od inserire qualcosa?

G) Dal prossimo spettacolo proporrei di assoldare un gruppo di critici per analizzare in primo luogo i punti di forza e le criticità della sceneggiatura e successivamente coadiuvare gli attori nel loro lavoro di resa scenica del testo.

M) No, nella mia esperienza non ho riscontrato possibili critiche costruttive da rivolgere e di conseguenza non ho in mente nulla che potrebbe essere modificato o inserito, eccetto, più in là, gli oggetti scenici.

S) Onestamente non ho nulla da aggiungere.

Se verrete richiamati dalla compagnia assisterete volentieri ad un’altra prova?

G) Certamente.
M) Certo.
S) Certo.

Cosa pensate dello spettacolo in preparazione?

 G) Lo spettacolo intitolato “Ed Gein Psycho’s” ha molto potenziale: la trama  conosciuta e d’impatto, l’ambientazione  suggestiva e il ritmo incalzante. Sicuramente uno spettacolo di successo.

M) Trovo la sceneggiatura molto originale, anche rispetto al film. Gli attori presenti quel giorno hanno mostrato un’alta preparazione e dunque alta professionalità. Anche la regia è stata curata, sebbene ancora in fase di lavorazione, nei dettagli, soprattutto per quanto riguarda l’idea di come gestire lo spazio scenico e l’apertura dello spettacolo, due aspetti che ho ritenuto molto originali.

S)—

La compagnia ringrazia per il vostro supporto e la vostra voce!

Annunci

Sussurri...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...